Difesa e gestione delle specie vegetali -OPZIONALE-

Coordinatore 
​Prof. Paolo Gonthier

La finalità del corso è quella di fornire le competenze necessarie per saper impostare e applicare criteri di gestione fitosanitaria del verde ornamentale e di recupero del verde storico.

MODULO - Difesa delle piante ornamentali 

Docente 
Prof. Paolo Gonthier
Obiettivi
Acquisizione dei fondamenti per il riconoscimento delle principali malattie delle piante ornamentali, sulla base del quadro sintomatologico. Fornire le conoscenze di base sulle strategie di lotta con particolare riguardo alle tecniche a passo impatto ambientale.
Contenuti
Durante il corso saranno affrontate le seguenti tematiche: 
- Malattie abiotiche di origine climatica, edafica e da inquinamenti
- Malattie infettive da virus, fitoplasmi, batteri e funghi. Patogenesi ed epidemiologia.
- Sintomatologia: alterazioni del colore, della forma, sintomi fogliari, rameali e del tronco.
- Patogenesi delle malattie infettive: contaminazione, infezione, incubazione, disseminazione, latenza.
- Orientamenti di lotta contro gli agenti patogeni del verde ornamentale
- Lotta chimica: prodotti fitosanitari, modalità di distribuzione ed impiego.
- Lotta agronomica, biologica ed integrata. Miglioramento genetico.
- Malattie aspecifiche: Rosellinia spp., Armillaria complex e altri agenti di marciume radicale
- Le carie su piante in piedi
- Caratteristiche dei funghi agenti di carie.
- Le fasi di degradazione del legno. Carie bianca o fibrosa e carie bruna o cubica.
- I meccanismi di reazione della pianta: la teoria della compartimentazione (C.O.D.I.T.).
- Malattie specifiche trattate per matrice
- Conifere: cancri, malattie dei getti e dei rami e malattie degli aghi.
- Latifoglie: cancri, necrosi corticali, antracnosi, malattie rameali, malattie fogliari e malattie vascolari.
- Cenni sulla valutazione della stabilità degli alberi: il Visual Tree Assessment.
- Tecniche diagnostiche strumentali per la valutazione della stabilità degli alberi
Organizzazione dell’insegnamento e modalità d’esame
Il corso sarà organizzato in lezioni frontali ed esercitazioni con visione di reperti patologici ed osservazioni allo stereomicroscopio di campioni.
L’esame consisterà in una verifica orale dei contenuti della parte teorica.
Bibliografia
- CAPRETTI P., RAGAZZI A. 2009. Elementi di patologia forestale. Pàtron Editore, Bologna, pp. 432.
- GONTHIER P., NICOLOTTI G. 2013. Infectious forest diseases. CAB International, Wallingford, UK, pp. 704.
- GULLINO M.L., MOCIONI M., ZANIN G., ALMA A. 2000. La difesa dei tappeti erbosi. Malattie fungine, nemici animali e infestanti. Ed. L'Informatore Agrario.
- HOWARD LYON H., WARREN T. J. 1987. Diseases of trees and shrubs. Cornell University Press.
- MATTHECK C., BRELOER H. 1998 La stabilità degli alberi. Fenomeni meccanici e implicazioni legali dei cedimenti degli alberi. Il Verde Editoriale.
- NICOLOTTI G., DELLA BEFFA, MONDINO G.P., PALENZONA M. 2002. Alberi monumentali in Piemonte. Presenze e Avversità. Priuli & Verlucca Editore.
- STROUTS R.G., WINTER T.G. 1994. Diagnosis of ill-health in trees. Forestry Commission, Department of the Environment.

Scarica il formato .pdf

MODULO - Lotta ai nemici animali delle piante ornamentali 

Docente
Prof.ssa Chiara Ferracini
Obiettivi
Acquisire i fondamenti per il riconoscimento delle principali malattie e dei nemici animali delle piante ornamentali, sulla base del quadro sintomatologico.
Fornire le conoscenze di base sulle strategie di lotta con particolare riguardo alle tecniche a basso impatto ambientale, con la finalità di acquisire le competenze necessarie per impostare e applicare criteri di gestione fitosanitaria del verde ornamentale e di recupero del verde storico.
Contenuti
Durante il corso saranno affrontate le seguenti tematiche:-Rapporti tra fitofagi e piante ospiti. Processi di nutrizione, danni diretti e indiretti. Sintomatologia.
-Cause che favoriscono le pullulazioni dei fitofagi.
-Tecniche di campionamento.
-Fitofagi indigeni, acquisiti ed esotici. Fitofagi di temuta introduzione, problemi e prospettive.
-Metodi di lotta con particolare attenzione alle strategie a basso impatto ambientale (endoterapia).
-Lotta naturale e biologica.
-Principali fitofagi dannosi in ambiente urbano: per ogni specie trattata saranno fornite le linee guida per le strategie di difesa da adottare.
Organizzazione dell’insegnamento e modalità d’esame
Il corso sarà organizzato in lezioni frontali ed esercitazioni con visione di collezioni entomologiche ed osservazioni allo stereomicroscopio di campioni freschi prelevati all’interno del Campus.
L’esame consisterà in una verifica orale dei contenuti della parte teorica.
Bibliografia
Al termine di ogni lezione verranno consegnate le presentazioni PowerPoint proiettate e verranno forniti articoli scientifici per le letture critiche inerenti le tematiche trattate.

​​Scarica il formato .pdf