Laboratorio di restauro
​dei giardini e del paesaggio  -OPZIONALE-

Coordinatore 
Prof.ssa Maria Adriana Giusti

Il laboratorio si articola in tre moduli, al fine di fornire un complesso di nozioni derivanti dall’interazione di varie discipline che concorrono a fornire allo studente gli elementi necessari alla stesura di progetti di restauro dei giardini storici e del paesaggio.

MODULO - Restauro dei giardini

Docente 
Prof.ssa Maria Adriana Giusti
Obiettivi
Il corso intende fornire i fondamenti critici della teoria e storia del restauro dei giardini per gestire consapevolmente il processo progettuale di conservazione/innovazione, facendo interagire  varie discipline. Le capacità di analisi e interpretazione pluridisciplinari si misurano col progetto di  alcuni casi - studio particolarmente significativi.
Contenuti
Il giardino e la “regola”
Principi storiografici del restauro dei giardini
La trattatistica e le fonti iconografiche
Verso l’idea di conservazione: d’Argenville, Robert, Vanbrugh, Ruskin
Innovazione e permanenza: le trasformazioni tra XVIII e XIX secolo
Giardino antico/Moderno
Archeologia dei giardini
Il Novecento in Europa
Le carte di Firenze e il dibattito attuale
Strumenti di tutela e di restauro
Organizzazione dell’insegnamento e modalità d’esame
Il corso è articolato in lezioni, seminari, tesine individuali, progetto di restauro, con indagini dirette in loco. L’esame consiste nella discussione della prova progettuale e in una verifica dei  contenuti teorico-critici.
Bibliografia
- M.A.GIUSTI, Restauro dei giardini. Teorie e storia, Alinea, Firenze 2014
- Paolo Cavagnero, Maria Adriana Giusti, Roberto Revelli, Scienza idraulica e restauro dei giardini, Ceid Torino 2009

Scarica il formato .pdf

MODULO - Ingegneria idraulica dei giardini storici

Docente
Prof. Davide Canone
Obiettivi
Acquisizione delle nozioni fondamentali di idrostatica e idrodinamica con particolare riguardo alle problematiche connesse al recupero e alla gestione conservativa delle opere idrauliche e degli impianti nei giardini storici.
Contenuti
Nozioni di idrostatica, spinta sulle pareti.Definizioni di portata, velocità media, tipi di moto.
Trinomio di Bernoulli.
Teorema di Torricelli.
Principio della quantità di moto.
Correnti in condotte in pressione, perdite di carico.
Principi di foronomia.
Correnti a pelo libero.
Principi di idrometria.
Moti di filtrazione.
Contenuto idrico del suolo.
Orologio ad acqua.
Organo idraulico.
Macchina di Marly.
Organizzazione dell’insegnamento e modalità d’esame
Il modulo consisterà in poche ore di lezione frontale necessarie all’acquisizione delle nozioni necessarie al riconoscimento e delle opere idrauliche e alla progettazione degli interventi di recupero,  e in visite guidate volte al rilievo dei dati necessari all’esecuzione del progetto di restauro. Il modulo si concluderà con il tutoraggio relativo agli aspetti idraulici del progetto di restauro.L’esame consisterà nella discussione del progetto di restauro.
Bibliografia
Dispense del docente.

Scarica il formato .pdf

MODULO - Patologia e risanamento conservativo delle piante storiche

Docente
Prof. Paolo Gonthier
Obiettivi
Acquisizione dei fondamenti per il riconoscimento delle principali malattie delle piante monumentali, in modo particolare delle malattie del legno. Fornire le conoscenze sulle tecniche di cura e restauro delle piante monumentali e della componente botanica dei giardini storici.
Contenuti
Durante il corso saranno affrontate le seguenti tematiche:
I regolamenti del verde pubblico e privato
Gli alberi di pregio e monumentali
Le malattie delle piante monumentali
I processi di degradazione del legno e le carie
Ecologia e riconoscimento dei principali funghi agenti di carie
I principali interventi ordinari e straordinari per la cura dell’albero
Potatura dell’albero a senescenza avanzata
La protezione delle ferite
Dendrochirurgia curativa
Consolidamenti degli alberi e dendrochirurgia preventiva
Il Visual Tree Assessment (VTA)
Progetto di restauro di un giardino
Organizzazione dell’insegnamento e modalità d’esame
Il modulo sarà organizzato in poche ore di lezione frontale, funzionali ad assimilare i principi per la progettazione di interventi di conservazione degli alberi, e in tutoraggio per quanto attiene agli aspetti vegetazionali nella parte relativa al progetto di restauro.
L’esame consisterà in una verifica orale relativa ad un progetto di restauro.
Bibliografia
- Dispense del docente.
- Peter Klug, 2007. La cura dell'albero in città. Blu Edizioni s.r.l., pp. 191.

Scarica il formato .pdf